Una, due, tre, molte

UNA DUE TRE, MOLTE TELEVISIONI DI STRADA

Venerd’ 21 giugno alle ore 19, solstizio d’estate, OrfeoTV comincia a trasmettere!

Compaiano antenne libere sui nostri tetti ! Ognuno di noi che abbia voglia, bisogno, desiderio di esprimersi, da oggi può farlo, da oggi è bene che lo faccia.
La libertà di tutti contro la libertà di uno solo. Ne vale la pena ? Si, ne vale la pena!
Dal quartiere al mondo, dal mondo al quartiere: oggi l’etere e internet, domani la rete ottica e quella satellitare ci aiuteranno a comunicare con tutti coloro che vorranno ascoltare, con tutti coloro che vorranno parlare. Il monopolio, il duopolio, il ricatto della pubblicità, tv di stato, tv di Berlusconi saranno dinosauri buoni per l’accademia.
L’informazione arriverà da chi informazione è. Mille televisioni di strada, affinchè chi ha da dire possa dire.

Si comincia con OrfeoTv, la madre di tutte le Tv di quartiere.

Orfeo, grammatica generativa dell’infosfera tv, germina moltiplicandosi in declinazioni autonome e indipendenti.

Una dopo l’altra nascono come funghi piccole emittenti di quartiere, ognuna con le proprie risorse tecniche umane e creative.

Il sito www.telestreet.it sarà oggi luogo di riconoscimento e di scambio di ogni tv di strada e domani luogo di coordinamento e di organizzazione di Telestreet, canale satellitare legale che raccoglierà le energie, la creatività e la cultura di tutte le tv di strada che vorranno gemellarsi sincronizzando il loro lavoro in un solo segnale nazionale/europeo.
A mano a mano che le piccole tv di quartiere verranno chiuse, rinasceranno sul canale satellitare Telestreet. Una redazione plurale, coordinerà la scelta dei materiali prodotti da mettere in onda; incentiverà idee, approfondimenti, proposte che fossero ritenute interessanti, sarà garante degli obbiettivi e dello stile di telestreet, oltre che della sua natura politico-culturale democratica.